Una pianta da 500$ per Yasukuni

A due settimane dal viaggio del Premier Taro Aso in Cina, una, apparente innocua, donazione al sacrario di Yasukuni, mette in discussione i migliorati rapporti tra il Giappone e i suoi vicini orientali: Cina e Corea del Sud. Si è venuto a sapere in questi giorni che il Premier Aso ha fatto, in occasione del Festival di Primavera, una donazione, … Continua a leggere

Dopo 64 anni restituisce effetti personali

Matsuji Takekawa aveva meno di 40 anni quando venne arruolato e spedito a combattere contro gli americani. Come molti, troppi, giovani della sua età, non tornò più alla sia casa di Niigata, ma trovò la morte ad Iwo Jima. Il soldato americano, Frank Hobbs, anche lui partecipò alla sanguinosa battaglia e fu lui che trovò, davanti ad una caverna, il … Continua a leggere

La difficoltà di essere anziani

Il Giappone, è ormai chiaro, sta diventando sempre più un paese di anziani: lo dicono i numeri. La qualità della vita, la cucina locale, il progresso della medicina sono tutti importanti elementi che portanto ad un allungamento della vita. Sono quindi in costante aumento gli ultra-sessantacinquenni e perfino la percentuale di centenari, sul numero della popolazione, è il più elevato … Continua a leggere

La protesta dei pescatori

Quando in Giappone una categoria produttiva scende in sciopero, vuol dire che le cose vanno proprio male. Ed è quello che è successo martedi scorso quando 400.000 pescatori, la quasi totalità degli impiegati nell’industria ittica, hanno scioperato per protestare contro l’aumento dei prezzi del carburante e per chiedere al governo misure di sostegno e sconti per poter fare fronte a … Continua a leggere

Morire di troppo lavoro

La decesso di un uomo giapponese di 45 anni per collasso circolatorio, sarebbe passata sotto silenzio se non fosse per la c<ausa che ha provocato la sua morte: il troppo lavoro. Purtroppo le morti bianche non sono un fenomeno raro, in tutti i paesi del mondo, ma ne è esente chi ricopre lavori di ufficio o di alta responsabilità. In Giappone anche loro sono a rischio e … Continua a leggere

Una situazione imbarazzante per la polizia di Tokyo

Tre ufficiali della polizia di Tokyo, dislocati presso l’aeroporto di Narita, sono stati puniti per aver infilato quantitavi di droga nelle valigie di ignari viaggiatori. Non era, il loro, un tentavivo per usare i viaggiatori come inconsapevoli corrieri di droga, ma era…..per allenare i cani antidroga. Il loro metodo era semplice. All’insaputa dei loro proprietari, infilavano sacchetti di droga nelle … Continua a leggere

Eseguite altre tre condanne a morte

Altre tre condanne a morte sono state eseguite ieri in Giappone. Due sono avvenute a Tokyo, a carico di un uomo di 45 e di uno di 37, accusato di furto ed omicidio, ed una ad Osaka di un uomo di 73 anni riconosciuto colpevole della morte di due donne nel 1985 e nel 1990. La notizia sarebbe tristemente scivolata via se … Continua a leggere

Il terremoto di Iwate

Un potente terremoto, 7.2 gradi della scala Richter, ha colpito la prefettura settentrionale di Iwate ad una profondità di 10 chilometri. Fortunatamente il sisma ha colpito soprattutto una zona montagnosa e quindi poco abitata, ma nonostante ciò ha provocato, al momento, dieci morti ed un paio di centinaia di feriti. Essendo la zona di natura vulcanica, sono state molte le … Continua a leggere

La strage di Akihabara

All’indomani del terribile fatto di cronaca che ha insanguinato il rinomato quartiere di Akihabara, patria degli amanti dei manga e dell’elettronica, il Giappone si interroga sul significato e sulle cause che hanno portato Tomoshiro Kato, un ragazzo di appena 25 anni, ad uccidere 7 persone che non aveva mai conosciuto e che hanno avuto solo la terribile sfortuna di trovarsi … Continua a leggere

Si riapre il dibattito sulla pena di morte

La rete radiofonica Nippon Cultural Broadcasting ha trasmesso ieri la registrazione audio degli ultimi momenti di vita di un condannato a morte. La messa in onda, la prima del genere in Giappone, ha riguardato una esecuzione capitale avvenuta 55 anni fa. La registrazione si apre con le dichiarazioni del compagno di cella del condannato a morte. Successivamente si sente il prigioniero nel … Continua a leggere