Nuovo rimpasto per il governo Fukuda

1118940671.jpgAl termine di un incontro con Akihiro Ota, il leader del partito New Komeito, alleato del Partito Liberal-Democratico (LPD) al governo, il Premier Yasuo Fukuda ha deciso di procedere ad un nuovo rimpasto di governo nell’estremo tentativo di risollevare le sorti del governo che ormai è al 20% nei sondaggi.
Mancano solo dieci mesi alle elezioni, ma il Governo e il Partito Liberal-Democratico hanno raggiunto livelli minimi di popolarità che fanno temere il peggio a meno di non ricorrere a qualche stratagemma come potrebbe essere questo rimpasto governativo. I motivi di questa impopolarità sono vari: accuse di corruzioni contro alti esponenti di vari ministeri, lo scandalo delle registrazioni previdenziali mancanti, la progettata tassa sulla benzina. Inoltre il controllo della Camera Alta da parte del Partito Democratico all’opposizione, ha rallentato di molto, se non bloccato, le progettate riforme. L’economia da segni preoccupanti, i prezzi aumentano soprattutto per colpa della continua galoppata del Petrolio. C’è da dire anche, però, che nè Fukuda e nè il suo predecessore Shinzo Abe, hanno quel carisma che aveva Junichiro Koizumi.
Il Premier sperava che la riunione del G8, svoltasi presso il lago di Toya all’inizio di Luglio, avesse potuto portare un aumento dei consensi al suo governo, ma l’effetto è durato poco.

Il rimpasto non riguarderà solo la composizione del governo, ma anche i posti chiave del partito. Kaoru Yosano sarà il nuovo Ministro dell’Economia mentre alle Finanze verrà messo Brumei Ibuki che ricopriva il ruolo di secretario generale del partito. Farà un salto in avanti anche una nostra vecchia conoscenza, Taro Aso, che prenderà il posto di Ibuki diventando così il numero 2 dell’LPD.
Il Premier Fukuda, come gli altri premier che ci sono stati prima di lui, deve cercare di accontentare tutte le varie anime, le correnti, del partito. Questa necessità di dover accontentare tutti è forse la causa per la quale sono così frequenti i rimpasti governativi. Inoltre bisogna anche tener contro della volontà popolare di vedere al Governo volti nuovi e giovani, e non i soliti anziani burocrati del partito.
Per Yasuo Fukuda, quindi, un compito difficilissimo: riguadagnare il favore popolare prima delle ormai quasi imminenti elezioni del prossimo anno. In passato il Partito Liberale, grazie alla sua organizzazione, è riuscito sempre a risollevarsi dopo momenti difficili: vedremo se ci riuscirà anche questa volta.

Nuovo rimpasto per il governo Fukudaultima modifica: 2008-08-01T12:59:11+00:00da parsifal661
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento